Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate
SEREGNO RICORDA LA GRANDE GUERRA, AL VIA LE CELEBRAZIONI
Venerdì 7 e domenica 9 novembre due giornate dedicate al novantesimo anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale e al ricordo dei caduti.

Seregno ricorda la grande guerra, al via le celebrazioniVenerdì 7 novembre alle ore 11 il Sindaco Giacinto Mariani inaugurerà la nuova lapide dei Caduti al Ceredo. L’omaggio floreale apre il programma per il 4 Novembre, festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, che prosegue domenica 9 novembre.

Con la vittoria di Vittorio Veneto e la fine della Prima Guerra Mondiale, il 4 novembre 1918 si completava il ciclo delle campagne nazionali per l’Unità d’Italia. Un cammino partito dalla Prima Guerra d’Indipendenza, un percorso lungo, difficile, doloroso, portato a termine con il concorso della popolazione di tutte le regioni d’Italia.

Nel ricordo di tutti i caduti che nella storia hanno contribuito alla costruzione del Paese, domenica 9 novembre alle 8.45 si celebrerà la S. Messa in Basilica San Giuseppe (piazza Concordia).

Infine, alle 11.30, una delegazione delle autorità renderà omaggio al Monumento ai caduti a San Carlo.

Alle 9.30 da piazza Libertà partirà il corteo che, attraverso corso del Popolo, piazza Roma, via Magenta, via Manzoni, via Umberto I, via Colombo, via Garibaldi e via Vincenzo da Seregno, raggiungerà piazza Vittorio Veneto per l’omaggio floreale al Monumento dei Caduti.

Alle 10.15 è previsto un omaggio floreale al Monumento dedicato agli Autieri e da lì il corteo si dirigerà al Cimitero Principale (via Reggio) dove, alle 10.30, è in programma un omaggio floreale alla Cappella Votiva e al Sacrario dei Caduti.

Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate
SEREGNO RICORDA LA GRANDE GUERRA, AL VIA LE CELEBRAZIONI
Venerdì 7 e domenica 9 novembre due giornate dedicate al novantesimo anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale e al ricordo dei caduti.

Seregno ricorda la grande guerra, al via le celebrazioniVenerdì 7 novembre alle ore 11 il Sindaco Giacinto Mariani inaugurerà la nuova lapide dei Caduti al Ceredo. L’omaggio floreale apre il programma per il 4 Novembre, festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, che prosegue domenica 9 novembre.

Con la vittoria di Vittorio Veneto e la fine della Prima Guerra Mondiale, il 4 novembre 1918 si completava il ciclo delle campagne nazionali per l’Unità d’Italia. Un cammino partito dalla Prima Guerra d’Indipendenza, un percorso lungo, difficile, doloroso, portato a termine con il concorso della popolazione di tutte le regioni d’Italia.

Nel ricordo di tutti i caduti che nella storia hanno contribuito alla costruzione del Paese, domenica 9 novembre alle 8.45 si celebrerà la S. Messa in Basilica San Giuseppe (piazza Concordia).

Infine, alle 11.30, una delegazione delle autorità renderà omaggio al Monumento ai caduti a San Carlo.

Alle 9.30 da piazza Libertà partirà il corteo che, attraverso corso del Popolo, piazza Roma, via Magenta, via Manzoni, via Umberto I, via Colombo, via Garibaldi e via Vincenzo da Seregno, raggiungerà piazza Vittorio Veneto per l’omaggio floreale al Monumento dei Caduti.

Alle 10.15 è previsto un omaggio floreale al Monumento dedicato agli Autieri e da lì il corteo si dirigerà al Cimitero Principale (via Reggio) dove, alle 10.30, è in programma un omaggio floreale alla Cappella Votiva e al Sacrario dei Caduti.